SLOVENIJA TREK 2008
"Il Parco Nazionale del Triglav e la Valle dei 7 laghi"


Itinerario escursionistico che attraversa le Alpi Giulie slovene passando ai piedi della 'montagna sacra' per gli sloveni, il Triglav, splendido monolite di roccia calcarea che abbellisce la bandiera nazionale della piccola repubblica. Il percorso si sviluppa nel Parco Nazionale del Triglav, esempio unico di area protetta per la sua estensione e per la moltitudine di specie animali e vegetali rare che essa custodisce. Cammineremo per 5 giorni nel cuore delle montagne di Julius Kugy, l'alpinista triestino che per primo osò assieme alle sue guide avventurarsi lungo le scoscese e inesplorate pareti di questi splendidi massicci montuosi. Scopriremo la Valle dei Sette Laghi, ambiente unico per la moltitudine di laghetti alpini dalle acque smeraldine. Avremo la possibilità di ammirare le acrobatiche corse lungo cenge e le verticali pareti rocciose degli stambecchi, osservare poi camosci, marmotte e ammirare innumerevoli specie di fiori rari che vivono solo qui, come la genziana del Monte Tricorno o il geranio argentino. Attraverseremo boschi secolari di abeti e larici, godremo di panorami infiniti e di sensazioni indimenticabili.


1° giorno: Conoscenza con il Parco e la Val Trenta ,
Ritrovo a Trenta, presso il centro visite del Parco Nazionale del Triglav, punto di partenza del tour. Qui lasceremo l'auto per 6 gg. Presentazione del trekking e consegna del materiale informativo.
Saliremo al primo rifugio che ci ospiterà per due notti, dopo aver avuto una prima presentazione delle meraviglie del Parco Nazionale del Triglav mediante la visita al bellissimo e moderno centro visite 'Dom Trenta'. Qui avremo un primo 'assaggio' delle particolarità naturalistiche e storico-architettoniche dell'area protetta.

Dislivello in salita: 1350 m circa
Dislivello in discesa: 0 m circa


2° giorno -
Prima vetta, prime soddisfazioni!

Prima camminata di acclimatamento e di conoscenza all'ambiente alpino delle Alpi Giulie, con facile salita a una delle cime di più belle e più remunerative dalla quale è possibile godere un magnifico panorama sui principali massicci del gruppo e le valli sottostanti. Sarà anche l'occasione di fare i primi incontri con le marmotte e gli stambecchi, pacifici abitatori di queste montagne, e di scoprire i primi piccoli laghetti e i curiosi fenomeni carsici che caratterizzano l'area. Dislivello in salita: 450 m circa
Dislivello in discesa: 450 m circa


3° girono: Al cospetto del Re
Splendida traversata attorno alla montagna simbolo della Slovenia, il Tricorno, che domina con le sue pareti strapiombanti di calcare le vallate scoscese e selvagge. Scenderemo dagli ambienti carsici d'alta quota, visitati il giorno precedente, alle distese di mughi che tenacemente riescono ad ancorarsi sulle rocce e sulle aride ghiaie sopportando la neve e il freddo. Avremo la possibilità di ammirare con un pizzico di fortuna le incredibili fughe dei camosci e le armoniose acrobazie degli stambecchi, dominatori degli ambienti rocciosi alpini. Per un'ardita, ma comoda e sicura, mulattiera realizzata dagli alpini dopo la Grande Guerra, risaliremo quindi al rifugio e che ci ospiterà per la terza notte posto in un luogo magico, che saprà regalarci le magiche sensazioni dei tramonti delle Alpi Giulie, con una magnifica visione sulle cime delle Giulie.
Dislivello in salita: 1100 m circa
Dislivello in discesa: 1000 m circa


4° giorno -Lungo la valle dei 7 laghi :
Giornata che ci riserverà numerose sorprese. Scopriremo la Valle dei Sette Laghi, una delle attrazioni del Parco. Essa costituisce un ambiente unico nel suo genere perché potremo osservare in un ambiente carsico, caratterizzato dall'elevata permeabilità del terreno, una serie di bellissimi laghetti alpini, autentiche perle. Saliremo il 'Monte degli avvoltoi' magnifico balcone panoramico dove potremo osservare percorrendo un facile sentiero splendidi fiori come la genziana del Tricorno o l'eritrichio nano, alcune gemme del famoso giardino di Zlatorog, il leggendario camoscio dalle corna d'oro della tradizione slovena. Raggiungeremo così il rifugio meta finale della nostra giornata.
Dislivello in salita: 450 m circa
Dislivello in discesa: 900 m circa


5° giorno - Lungo i sentieri della Grande Guerra:
Traverseremo splendidi boschi di larici e di abeti, quindi sterminate mughete per raggiungere le pietraie, teatro di importanti eventi bellici durante la I Guerra mondiale. Percorreremo facili mulattiere osservando resti di trincee, baraccamenti, spezzoni di reticolati, che rimangono a testimonianza delle aspre contese che avvennero quassù. Ad impreziosire le bianche distese rocciose incredibili giardini rocciosi multicolori dove è possibile trovare piante endemiche delle Alpi Giulie, come il geranio argenteo o l'alisso dell'Obir. Raggiungeremo così la penultima vetta del nostro viaggio, eccezionale punto panoramico dal quale, nelle giornate più limpide, la vista spazia dalle Alpi al mare, dalla Pianura friulana al Carso. Dopo aver riposato sulle sponde di un idilliaco laghetto raggiungeremo un comodo ospitale rifugio dove trascorreremo l'ultima notte del nostro tour.Dislivello in salita: 1050 m circa
Dislivello in discesa: 1350 m circa


6° giorno - Ultimi regali!
Giornata conclusiva del nostro trekking con la salita alla 'Montagna delle stelle alpine', dove è possibile trovare bellissimi esemplari di questo fiore, simbolo delle Alpi. Ma sarà anche l'occasione per ammirare splendide vedute sulla valle dell'Isonzo e sul percorso fatto nei giorni precedenti. Ritorneremo poi al rifugio da dove siamo partiti per riprendere i nostri zaini e scendere a valle dove, dopo aver scattato le ultime foto ricordo, troveremo il pulmino con il quale ritorneremo al punto di partenza. Saluti e.... arrivederci al prossimo trekking!
Dislivello in salita: 650 m circa
Dislivello in discesa: 1350 m circa




CARATTERISTICHE TECNICHE

Grado di difficoltà : escursionistico (E). I percorsi si svolgono prevalentemente lungo sentieri alpini, non presentano difficoltà tecniche né particolari doti atletiche, ma richiedono una adeguata preparazione fisica ad effettuare un trekking di più giorni. Obbligatori: calzature (scarponi o scarponcini con suola antiscivolo), abbigliamento e attrezzatura adeguati all'ambiente alpino e a compiere un percorso di più giorni, certificato medico di idoneità all'attività sportiva non agonistica, torcia elettrica, sacco lenzuolo, carta d'identità e documentazione sanitaria valida per l'espatrio.
Consigliati: binocolo.
Note: durante le escursioni verranno fornite informazioni naturalistiche. Tempi e percorsi possono subire variazioni.
Durata: 6 giorni (da lunedì a sabato)
Partecipanti: minimo 5 persone
Quota di partecipazione:

La quota comprende: pernottamento in rifugio alpino, trattamento di pensione per 4 giorni; assicurazione, materiale informativo, accompagnamento con guida naturalistica. Durante le uscite che interessano tutta la giornata il pranzo al sacco sarà fornito dal rifugio.
La quota NON comprende: le bevande, gli extra di ogni genere, eventuali pernottamenti in camere singole o doppie e tutto ciò non espressamente indicato nel programma.







Partenze a richiesta! 
(prenotazioni almeno un mese prima della data programmata)

Per informazioni chiama il 347-8448909 o scrivi a cjarvon@gmail.com