CARNIA TREK ADVENTURE


La Carnia, con i suoi immensi boschi, i suoi alpeggi verdissimi, i suoi panorami infiniti e la tranquillità derivante dal fatto che non è stata ancora interessata dal turismo di massa, costituisce un luogo ideale per tutti coloro che ricercano un trekking che gli permetta di ritrovare se stessi attraverso il rapporto diretto con una natura incontaminata e l'esercizio fisico. Le guide dell'associazione Bikelandia con questo tour naturalistico di più giorni, pensato per coloro che amano le lunghe escursioni senza difficoltà alpinistiche e che abbiano una preparazione fisica di base, vi porteranno a percorrere il tratto della Catena Carnica che va dal Passo Monte Croce Carnico a Pramollo, portandovi alla scoperta di luoghi, che per le loro millenarie vicende e la natura ancora integra, sono ricchi di fascino e magia.

1° giorno: sui sentieri della storia,
Ritrovo al Passo di Monte Croce Carnico, punto di partenza del trekking, storico valico delle Alpi Carniche, dove lasceremo l'auto per 4 gg. Presentazione del trekking e consegna del materiale informativo.
Per vecchi sentieri di guerra saliremo pietrose cime, solcate da trincee e ancora ricoperte da reticolati dove lentamente dopo ormai quasi un secolo la natura sta cicatrizzandogli le ferite infertogli dall'uomo. Sarà occasione per capire i fatti d'arme e renderci conto della vita e dei sacrifici che fecero i soldati quassù tra il 1915 e il 1917. Raggiungeremo quindi la cima più alta e più panoramica del gruppo (salita facoltativa) per poi scendere ad una accogliente malga alpina, dove pernotteremo.

Dislivello in salita: 1200 m circa
Dislivello in discesa:1040 m circa
Lunghezza km: 12 km circa


2° giorno -
Lungo i sentieri dei pastori e dei contrabbandieri
Sempre seguendo percorsi ricchi di storia e di fascino saliremo al confine con l'Austria e scenderemo verso la valle del Gail. Attraverseremo pascoli e valli selvagge, animate dal mormorante scrosciare dei torrenti e dai campanacci delle mandrie al pascolo, immense foreste di abeti, luogo elettivo del cervo, splendido animale di questi ambienti. Avremo la possibilità di godere magnifici colpi d'occhio sulle vallate austriache ampie e aperte. Raggiungeremo un importante biotopo dove crescono curiose piante acquatiche come il coltellaccio natante e il trifoglio fibrino e sosteremo a goderci la bellezza dei pascoli alpini. Un'ultima salita ed ecco raggiunto uno splendido rifugio, oasi di pace e tranquillità, dove pernotteremo per la seconda notte.
Dislivello in salita: 545 m circa
Dislivello in discesa: 525 m circa
Lunghezza km: 11,5 km circa


3° Camminare nel cuore delle Alpi Carniche :
Il tratto più lungo, ma più bello del trekking, che ci permetterà di scoprire i mille volti della natura di questi luoghi. Attraverseremo pascoli e valli selvagge, animate dal mormorante scrosciare dei torrenti e dai campanacci delle mandrie al pascolo; incontreremo laghi e torbiere dove vivono le alcune specie di piante carnivore, immense foreste di abete rosso, abitate da cervi e caprioli. Avremo la possibilità di godere di ampi panorami e cammineremo sotto lo sguardo vigile dell'aquila, regina incontrastata dei cieli alpini. Potremo ammirare innumerevoli specie di fiori: dalle genziane alle sassifraghe, dai gigli alle campanule, e poi fossili, animali ecc. Raggiungeremo quindi il rifugio, penultimo pernotto della nostra avventura. .

Dislivello in salita: 665 m circa
Dislivello in discesa: 650 m circa
Lunghezza km: 12 km circa


4° giorno - Ultime fatiche, ultimi regali :
Giornata conclusiva che ci riserverà numerose sorprese. Scopriremo grotte carsiche popolate di tritoni che prendono il loro nome da personaggi che la storia ha reso immortali, costeggeremo splendide torbiere contornate da bellissime mughete dove vivono il fagiano di monte, l'ermellino e molti altri animali 'alpini'. Attraverseremo splendide pietraie incantate che si colorano di rosa al tramonto accompagnati dai fischi delle marmotte. Raggiungeremo così la meta finale del nostro viaggio, passo Pramollo/Na▀feld, al confine tra Austria e Italia, dove ci aspetta il pulmino col quale ritorneremo al punto di partenza della nostra traversata e concluderemo la nostra escursione.

Dislivello in salita: 480 m circa
Dislivello in discesa: 500 m circa
Lunghezza km: 10 km circa



CARATTERISTICHE TECNICHE

Grado di difficoltà : escursionistico (E). I percorsi si svolgono prevalentemente lungo sentieri alpini, non presentano difficoltà tecniche né particolari doti atletiche, ma richiedono, non tanto per i dislivelli mai molto accentuati, ma per la lunghezza di taluni tratti una adeguata preparazione fisica. Obbligatori: calzature (scarponi o scarponcini con suola antiscivolo), abbigliamento e attrezzatura adatti alla permanenza per più giorni in ambiente montano, certificato medico di idoneità all'attività sportiva non agonistica, torcia elettrica (durante la notte viene chiuso il generatore del rifugio e non c'è corrente elettrica), carta d'identitÓ, documentazione per l'assistenza sanitaria per i Paesi UE.
Consigliati: binocolo,modello.
Note:durante le escursioni verranno fornite informazioni naturalistiche, tempi e percorsi possono subire variazioni.
Durata: 4 giorni (da giovedi a domenica)
Partecipanti: minimo 5 persone






Partenze a richiesta! 
(prenotazioni almeno un mese prima della data richiesta)

Per informazioni chiama il 347-8448909 o scrivi a
cjarvon@gmail.com